Home » Aziende » Come si arreda un ristorante rustico?

Come si arreda un ristorante rustico?

Torna di moda il ristorante rustico, questo perchè è aumentato, in questi ultimi anni, l’interesse per la cucina tradizionale, tipica regionale, che mette in risalto gusto, sapori, prodotti tipici a km zero e naturalmente tanta passione nel mangiare e nel ritrovarsi insieme in un ambiente familiare.  Nel campo dell'interior design, lo stile rustico intende recuperare le antiche tradizioni contadine quelle legate al gusto ed al piacere di riunirsi a tavola appunto. Tale stile prevede l'uso di mobilio in arte povera, realizzati in legno e/o ferro. I toni predominanti sono caldi, quelli del mattone e dell'argilla; non si sono preziosità alle pareti, nè pesanti tendaggi. Per creare un'atmosfera amichevole e conviviale, si potrebbe pensare anche di usare questo stile per la propria attivitàcommerciale. Eco come arredare un ristorante in stile rustico. Arredare un ristorante in stile rustico equivale anche a prediligere un pavimento in cotto. Per quanto riguarda le pareti, andrebbero inserite pietre o mattoni a vista o una soluzione più  semplice che è la scelta dell’intonaco bianco. Gli infissi devono essere rigorosamente in legno, meglio se dall'aspetto invecchiato.  Altro aspetto importante è quello che riguarda l’illuminazione, tenendo presente che un ambiente rustico è sempre molto luminoso e predilige la luce naturale. Quindi si possono utilizzare dei lampadari a centro stanza, e delle appliques laterali per creare una luce soffusa e non invadente. Ovviamente la luce serve anche ad illuminare le lunghe tavolate in olmo, quercia o pioppo. Per quanto riguarda i complementi d’arredo, tovaglie e stoviglie, devono anch’esse ricordare lo stile casalingo, però dobbiamo subito sottolineare che uno stile rustico non significa assolutamente uno stile trasandato e non curato. Occorre sempre scegliere le stoviglie con la massima cura, scegliendo però la semplicità e la comodità.  Alle pareti possiamo mettere dei quadri, magari qualche stampa in bianco e nero che racconti della città o del paese di com’era un tempo, o di qualche lavoro antico, caratteristico o dell’arte contadina. Un’altra soluzione è quella di appendere oggetti come pentole di rame e ferro, mestoli di legno, macinacaffè e altri vecchi attrezzi da cucina.   Come si arreda un ristorante moderno?  Tra i protagonisti dell’arredo di un ristorante moderno ci sono sicuramente i tavoli, o meglio, le forme, perchè molto si basa proprio sulle forme geometriche. Di conseguenza saranno geometriche anche le stoviglie, mininal e bianche, oppure coloratissime ed eccentriche abbinate a doppie tovaglie. I ristoranti più eleganti sono ancora legati al colore bianco delle stoviglie,  all’ambiente formale, mentre piatti quadrati, bi-color o totalmente colorati son tipici degli ambienti più informali, frequentati da clientela giovane. Lo stesso vale per calici e bicchieri. Bicchieri tondi per acqua e vino e flute per lo spumante sono sempre consigliati negli ambienti più sobri ed eleganti, mentre in altri contesti si può optare per colori e forme diverse e informali anche per quanto riguarda i bicchieri. L’arredo può essere scelto minimal in legno naturale, plastica, metalli, vetro, o un mix di tutti i vari materiali, oppure si possono scegliere materiali da riciclo, per realizzare un locale particolare che ovviamente non perda l’amore per il buon gusto. Pertanto è bene concentrarsi sul target e sulla clientela.Torna di moda il ristorante rustico, questo perchè è aumentato, in questi ultimi anni, l’interesse per la cucina tradizionale, tipica regionale, che mette in risalto gusto, sapori, prodotti tipici a km zero e naturalmente tanta passione nel mangiare e nel ritrovarsi insieme in un ambiente familiare.

Nel campo dell’interior design, lo stile rustico intende recuperare le antiche tradizioni contadine quelle legate al gusto ed al piacere di riunirsi a tavola appunto. Tale stile prevede l’uso di mobilio in arte povera, realizzati in legno e/o ferro. I toni predominanti sono caldi, quelli del mattone e dell’argilla; non si sono preziosità alle pareti, nè pesanti tendaggi. Per creare un’atmosfera amichevole e conviviale, si potrebbe pensare anche di usare questo stile per la propria attivitàcommerciale. Eco come arredare un ristorante in stile rustico.
Arredare un ristorante in stile rustico equivale anche a prediligere un pavimento in cotto. Per quanto riguarda le pareti, andrebbero inserite pietre o mattoni a vista o una soluzione più  semplice che è la scelta dell’intonaco bianco. Gli infissi devono essere rigorosamente in legno, meglio se dall’aspetto invecchiato.

Altro aspetto importante è quello che riguarda l’illuminazione, tenendo presente che un ambiente rustico è sempre molto luminoso e predilige la luce naturale. Quindi si possono utilizzare dei lampadari a centro stanza, e delle appliques laterali per creare una luce soffusa e non invadente. Ovviamente la luce serve anche ad illuminare le lunghe tavolate in olmo, quercia o pioppo.

Per quanto riguarda i complementi d’arredo, tovaglie e stoviglie, devono anch’esse ricordare lo stile casalingo, però dobbiamo subito sottolineare che uno stile rustico non significa assolutamente uno stile trasandato e non curato. Occorre sempre scegliere le stoviglie con la massima cura, scegliendo però la semplicità e la comodità.
Alle pareti possiamo mettere dei quadri, magari qualche stampa in bianco e nero che racconti della città o del paese di com’era un tempo, o di qualche lavoro antico, caratteristico o dell’arte contadina. Un’altra soluzione è quella di appendere oggetti come pentole di rame e ferro, mestoli di legno, macinacaffè e altri vecchi attrezzi da cucina.

Come si arreda un ristorante moderno?

Tra i protagonisti dell’arredo di un ristorante moderno ci sono sicuramente i tavoli, o meglio, le forme, perchè molto si basa proprio sulle forme geometriche. Di conseguenza saranno geometriche anche le stoviglie, mininal e bianche, oppure coloratissime ed eccentriche abbinate a doppie tovaglie. I ristoranti più eleganti sono ancora legati al colore bianco delle stoviglie,  all’ambiente formale, mentre piatti quadrati, bi-color o totalmente colorati son tipici degli ambienti più informali, frequentati da clientela giovane. Lo stesso vale per calici e bicchieri. Bicchieri tondi per acqua e vino e flute per lo spumante sono sempre consigliati negli ambienti più sobri ed eleganti, mentre in altri contesti si può optare per colori e forme diverse e informali anche per quanto riguarda i bicchieri.
L’arredo può essere scelto minimal in legno naturale, plastica, metalli, vetro, o un mix di tutti i vari materiali, oppure si possono scegliere materiali da riciclo, per realizzare un locale particolare che ovviamente non perda l’amore per il buon gusto. Pertanto è bene concentrarsi sul target e sulla clientela.

Michael Vittori

About Michael Vittori

Giornalista, Copywriter, SEO & SEM Specialist appassionato di Sagre Romagnole. Vi informo sugli eventi, ma NON sono io ad organizzarli! 😉 La mia Bio.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*
= 5 + 2

aaaa

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato su eventi e sagre in Romagna